13 settembre 2017

Nizza, città europea dell’innovazione?

Candidata come Città europea dell’Innovazione per il 2017, la Metropole Nice Côte d’Azur, non cessa di trasformarsi e realizzare progetti di sviluppo economico e pianificazione urbana che puntano a creare l’Eco-Vallée, ossia la Sylicon Valley in salsa nizzarda! Nizza tende i suoi orizzonti verso l’Ovest e aspira far diventare la pianura della foce del Var un suo centro economico nevralgico. La trasformazione si annuncia radicale per una delle più importanti Operazioni di interesse nazionale (OIN) in Francia.


All’interno di questo contesto si inserisce l’ampliamento della rete tramviaria, con la creazione di ben 2 nuove linee: la linea 2 Ovest-Est, che collega l’aeroporto di Nizza alla zona del centro partendo dal Porto, e la Linea 3, che invece si estende verso nord fino al nuovissimo stadio Allianz Riviera. Con una frequenza prevista di un convoglio ogni tre minuti, la linea Ovest-Est diventerà una sicura alternativa all’auto e consentirà di collegare i grandi poli d’attività (porto, aeroporto, nuovo Palais des Congrès e nuovo Palais des Expositions) e il centro storico. Facilitando l’accesso ai negozi e ai servizi, la nuova linea accrescerà l’attrattiva della Metropoli per gli investitori e i turisti; un fattore essenziale per la vitalità del territorio, la tutela e la creazione dell’occupazione. Libero dagli imprevisti della circolazione veicolare, il tram potrà raggiungere i 70 km orari nel tratto sotterraneo (di 3,2 km tra il settore del porto e rue de France); con una velocità media di 25 km orari, una delle più alte in Francia, il nuovo tram farà risparmiare del tempo prezioso a cittadini e visitatori.



Per quanto riguarda la linea 3 invece, circolerà in parte sfruttando l’infrastruttura della linea Ovest-Est e permetterà di collegare i quartieri in pieno sviluppo dell’Eco-Vallée: il più grande aeroporto di Francia appunto (dopo Parigi!!), il distretto dell’Arénas, il Polo di Scambio Multimodale Saint-Augustin, Nice-Méridia, lo stadio Allianz Riviera e il centro commerciale della Nice Valley, il nuovo Ikea e il quartiere Saint-Isidore. La sua entrata in servizio è prevista entro fine 2019 e sarà accompagnata da una vasta riorganizzazione della rete di autobus per servire meglio le zone collinari.



Inoltre per rendere ancora più fruibile il servizio, la Ville de Nice, insieme con i partner Université Nice – Sophia Antipolis, Lignes d’Azur e Alstom, ha avviato un progetto “Nice Tram Connect” con l’obiettivo di rendere i tram sempre più connessi alla rete, creando anche applicazioni in grado di dimostrarsi utili per chiunque utilizzi i mezzi di trasporto.

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...