18 maggio 2017

Intermezzo per sorridere :-)



Il nostro viaggio nelle contaminazioni italo francesi continua...

Georges Moustaki, nome d'arte di Giuseppe Mustacchi (Alessandria d'Egitto, 3 maggio 1934 – Nizza, 23 maggio 2013), è stato un paroliere e cantante greco naturalizzato francese.


Proveniente da una famiglia ebrea di Corfù di origine italiana, nacque in Egitto all'epoca ottomana per via del trasferimento del suo nonno paterno, di professione sarto.
Moustaki crebbe parlando italiano perché in famiglia era presente una zia che poteva esprimersi solo in tale lingua; nonostante le origini di Corfù era digiuno di greco.


https://www.youtube.com/watch?v=4iWkBXav46I


Buon divertimento con il rappresentante degli stranieri di tutto il mondo,
grazie Giorgio a 4 anni dalla tua scomparsa...

a presto amici di Marco Polo, Andrea De Petris




15 maggio 2017

L'Italie à Table


Il Salone agroalimentare italiano più conosciuto della Costa Azzurra 
XIII edizione:
1 > 5 giugno 2017, Antibes - Port Vauban
9 > 11 giugno 2017, Nizza - Place Massena 



14 maggio 2017

Il sito web francese che aiuta a recuperare le eredità “perse” in banca e casseforti

Quando muore una persona cara, spesso gli eredi non sanno dove si trova il patrimonio. 
E se ci fosse un’assicurazione sulla vita o un conto corrente aperto presso un’altra banca? 
l'innovativo sito francese
Cercare di fare il punto della situazione può diventare un vero e proprio calvario, così in Francia è nato un sito web con lo scopo di risolvere questo tipo di problema.

La Caisse des Dépôts, un’agenzia dello Stato francese, sembra aver trovato la soluzione a uno dei più grandi problemi degli eredi: fare il punto su conti, depositi, assicurazioni e tutte le cose di cui si è legittimi proprietari senza saperlo.
La legge francese stabilisce che se un conto corrente non riceve alcun movimento per 12 mesi, allora è considerato inattivo. Quando si tratta di un prodotto di risparmio, come un libretto, si dichiara inattivo se dopo cinque anni di fila non ha avuto alcuna attività. Questo periodo è di 10 anni se si tratta di una cassetta di sicurezza o di una cassaforte.

In generale, quando passano 10 anni e non ci sono attività nei conti correnti o nei libretti di risparmio, i fondi vengono trasferiti alla Caisse des Dépôts, che non è un conto di risparmio o una banca, ma detiene questi fondi per 20 anni. 
Se nessuno li reclama, vengono inviati direttamente alla tesoreria dello Stato.

Il problema incontrato da molte famiglie o eredi, è che quando una persona cara muore o quando il proprietario va in un altro Paese o ha semplicemente perso la memoria, non si sa dove sono i prodotti finanziari o i depositi aperti in Francia. Se non reclamati, dopo anni finiscono nelle mani dello Stato.
La Caisse des Dépôts ha creato un sito web chiamato Ciclade.fr che raccoglie tutte le informazioni delle banche, delle casse di risparmio e delle società di sicurezza sui conti, sui libretti e sulle assicurazioni sulla vita non reclamati per anni.

In pratica, prima che tali importi vengano inviati alla Caisse des Dépôts, la stessa istituzione ha già le informazioni, in modo che ogni francese può sapere se gli spettano parte dei depositi. Così i proprietari possono chiedere di ricevere il denaro, come riportato dal quotidiano francese Le Figaro. Sul sito web Ciclade.fr si legge: “Questo denaro è tuo. Ti spetta”.
Tutto questo si deve all’iniziativa del segretario al bilancio, Christian Eckert, che vuole combattere un problema molto serio chiamato “Comptes in desherence” 
(o conti senza eredi).

Si stima che ci siano circa 4 miliardi di euro nei conti, libretti e prodotti in Francia che non sono stati rivendicati per la mancanza di informazioni da parte dei legittimi eredi. Tale stima è fornita dalla Corte dei conti, ma un altro organismo parla di 5 miliardi di euro.
Per Eckert le banche e le casse non hanno fatto molti sforzi per individuare gli eredi, ma ora quegli eredi possono recuperare i fondi cercando gratuitamente le informazioni sulle persone di loro interesse sul sito web Ciclade.fr. Devono dimostrare con apposita documentazione di essere i legittimi eredi, a quel punto la Caisse des Dépôts versa loro le somme con un bonifico bancario.



Un esempio di vitalità in Francia dove si avvia per prima una piattaforma web che aiuta a recuperare le eredità perdute in banca e casseforti”, sostiene Gérard Louis Bosio, 
Vice Presidente della Camera di Commercio italiana di Nizza e Costa azzurra.

Estratto da L'idealista.it del 8/2/2017, a cura di Andrea De Petris


11 maggio 2017

Intermezzo per sorridere :-)




Continuiamo con la parentesi ironica, Intermezzo, nel nostro blog Marco Polo Cote d'azur, che prende di mira i luoghi comuni al di qua e al di là delle Alpi Marittime.


Questa volta la performance è del duo comico Federico Iarlori e Svevo Moltrasio, scritti e diretti da quest'ultimo, che dilaga sul web.

Qui si rappresenta con esilarante simpatia la tipica reazione italiana a due grandi totem della nostra cultura: la cucina e il bidet. 

Buon divertimento e....senza offesa per nessuno.

8 maggio 2017

alla scoperta di SAINT-JEAN-CAP-FERRAT



State programmando di passare qualche giorno in Costa Azzurra in primavera? Vi consigliamo vivamente di trovare il tempo per scoprire la penisola di Saint-Jean-Cap-Ferrat, un pezzo di terra protesa nel blu del Mediterraneo, tra Beaulieu e Villefranche-sur-Mer, molto vicino a Nizza. 

7 maggio 2017

Quando comprare un volo low cost, alcuni consigli per risparmiare

Andare in vacanza senza spendere un patrimonio è il sogno di molti, se non di tutti.  Ma farlo diventare realtà è possibile? 

Sì, se le esigenze non sono particolari e se si presta attenzione ad alcuni fattori. Come ad esempio il momento giusto per prenotare, i mesi e i giorni migliori per viaggiare e le mete più economiche.
Business Insider Italia ha messo insieme i dati di tre dei motori di ricerca più affermati in fatto di viaggi e ha stilato una lista di consigli utili.

Quando prenotare
Secondo quanto rilevato da kayak.it, per volare verso le località più gettonate d’Europa servono uno o due mesi di anticipo. Qualche esempio.
Budapest: prenotando 30 giorni prima della partenza si risparmia fino al 70%.
Lisbona: prenotando tre mesi prima si risparmia fino al 67%.
I voli transoceanici richiedono maggiore attenzione. Per visitare New York, Miami e Manila bisogna iniziare la ricerca dei voli tre mesi prima della partenza per trovare tariffe convenienti; mentre per Dubai e Malé servono nove mesi di anticipo.
Secondo uno studio di skyscanner.it, conviene prenotare il volo con circa 20 settimane di anticipo rispetto alla data di partenza, ma esistono notevoli differenze in base al tipo di volo – se di breve o di lungo raggio – e anche in base alla specifica rotta. Per volare in Asia il prezzo migliore si trova normalmente con circa 25 settimane di anticipo, mentre per recarsi in Nord America la media è circa 16 settimane.

Torino
Quando viaggiare
In generale, partire nei giorni centrali della settimana consente un risparmio notevole, soprattutto se la combinazione prevede la partenza il martedì e il ritorno il giovedì. Secondo quanto osservato da Skyscanner, il mese migliore per viaggiare sul territorio nazionale è febbraio, nei tragitti brevi (Europa e Nord Africa) novembre, mentre per le tratte lunghe il periodo ideale è maggio.
Secondo alcuni calcoli, inoltre, i prezzi che compaiono il sabato e la domenica sono più alti del 7%. Questo perché le compagnie aeree calcolano che le persone abbiano più tempo per mettersi davanti al computer nel weekend. In genere, il mercoledì è il giorno più sicuro per trovare le offerte migliori perché tutti i siti saranno corsi al ribasso dopo il weekend.
In base a una recente ricerca condotta da eDreams, però, i giorni della settimana in cui si registrano il maggior numero di prenotazioni sarebbero il lunedì e il martedì.

Cuba
Dove andare
Sempre secondo i dati di eDreams, la destinazione più ambita dagli italiani per il 2017 è Cuba, in crescita del 76% rispetto al 2016. Sembrerebbe poi confermata la tendenza del 2016, anno d’oro per il turismo verso le località del Sud Italia.
Secondo Kayak, però, per risparmiare converrebbe orientarsi verso Malta e Marrakesh, le cui tariffe, con il giusto anticipo, si attestano rispettivamente sui 31 e 68 euro.
Una delle principali sorprese che emerge dall’analisi di eDreams riguarda l’Italia: Torino e Bologna sono la prima e l’undicesima città al mondo per previsioni di crescita di turisti europei nel 2017.
Se la crescita di Torino (+316%) è dovuta principalmente ad una maggiore presenza di tratte aeree low cost verso l’aeroporto Caselle, il successo di Bologna è legato alla tendenza sempre più diffusa tra turisti europei di trovare una destinazione ricca di attrazioni vicina a Milano o Firenze.

Aeroporto di Nizza Costa azzurra
Buoni consigli, dunque, su quando comprare un volo low cost, e risparmiare: il bello di avere il secondo aeroporto di Francia a disposizione, preferito anche da molti italiani provenienti da Genova e dal ponente ligure, per numerosità di destinazioni e per frequenza dei voli", ricorda Andrea De Petris  del team Marco Polo Cote d'Azur.
"Se poi si ama viaggiare, la soluzione per fare il giro del mondo spendendo poco (relativamente), anche 2000€ a persona : RWT, Round the World Ticket. Per saperne di più, visitate travelnation.co.uk , bootsnall.com , oppure ticketsroundtheworld.com . Buon viaggio, cari amici !! "


Tratto da Idealista.it del 07/02/2017, a cura di Andrea De Petris

4 maggio 2017

Intermezzo per sorridere :-)





Il nostro Intermezzo oggi parla di un grande della musica francese.

In più di 50 anni di attivissima e instancabile carriera Johnny Hallyday è un'icona del rock mondiale; è stato anche uno degli scopritori di Jimi Hendrix. Il suo repertorio spazia dal rock al blues.
Ha cantato diverse volte in italiano; il suo successo maggiore in Italia è Quanto t'amo (Que je t'aime); ha anche tradotto in francese alcuni brani di Adriano Celentano fra cui 24 000 baci (24 000 baisers).



Colpito da una grave malattia di recente “Vi assicuro che sto molto bene e sono in buona forma fisica”, ha detto Hallyday in un messaggio postato su Twitter e altri social media.
Johnny Hallyday ha spiegato di essersi sottoposto a una cura contro un cancro che gli è stato diagnosticato qualche mese fa. “Sono in cura da ottimi medici nei quali ho totale fiducia”, ha detto.
E ha aggiunto: “I miei giorni non sono in pericolo”.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...