19 marzo 2017

Facile dire "parlo italiano o francese"...

Facile dire “parlo italiano” in un Paese con 103 dialetti, derivanti da 16 ceppi linguistici diversi. Ma la Francia non è da meno....

La mappa delle lingue e dialetti italiani è immensa.

Il labirinto linguistico italiano

In Italia le lingue più parlate sono principalmente le lingue romanze o neolatine, ma anche germaniche, slave, il greco e l'albanese.

La lingua ufficiale della Repubblica Italiana deriva storicamente da quella letteraria toscana, il cui utilizzo è iniziato nel XIII secolo con i grandi scrittori, Dante, Petrarca e Boccaccio, e poi storicamente si è evoluta nella lingua italiana corrente.

Al momento della unificazione politica del Regno d'Italia nel 1861, la lingua italiana era parlata solo da una piccola minoranza della popolazione. Successivamente si è diffusa attraverso l'istruzione obbligatoria ed il contributo determinante della radio e della televisione.

Le lingue locali esistenti seguono una erosione, accelerata significativamente dall'ampia disponibilità dei mezzi di comunicazione di massa e dalla mobilità della popolazione. Questo tipo di cambiamento ha ridotto significativamente l'uso delle lingue regionali, molte delle quali sono ormai in evidente pericolo di estinzione. In parallelo al loro graduale abbandono nel campo pratico, si è assistito negli ultimi anni ad una rivalutazione di lingue e dialetti regionali sul piano culturale, come reazione ai processi di omologazione della globalizzazione.

Secondo le ultime statistiche (lingua italiana, i dialetti e le lingue, Istat 2012) l'84,8% della popolazione italiana parla esclusivamente o prevalentemente la lingua italiana, il 10,7% la alterna con una dialetto locale, mentre solo l' 1,7% si esprime esclusivamente in dialetto. Ma dobbiamo sottolineare che in casa il numero di persone che si esprime attraverso il dialetto aumenta, raggiungendo il 9% (percentuale che è la metà del 1987).

Il labirinto linguistico francese

Perché imparare l'italiano alla CCI ? per farsi capire tra i 103 dialetti, derivanti da 16 ceppi linguistici” ricorda Myriam Bartoletti, Vice Segretario Generale della Camera di Commercio italiana di Nizza e Costa azzurra, e responsabile dei Corsi di Formazione.
Comunque anche in Francia non si scherza: i ceppi linguistici principali sono 
il germanico, il britannico e le lingue romanze come il franco-provenzale, l'oil, 
il catalano, l'occitano, il ligure o il corso.
Quindi studiarlo conviene per non perdersi in questo labirinto linguistico”


Il Centro di Formazione della Camera organizza Corsi di apprendimento della lingua francese per italiani, e di quella italiana per francesi: per informazioni o iscrizioni rivolgersi allo +33(0)4.97030370

   
Andrea De Petris

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...