30 giugno 2016

Entrate in un mondo incantato: Saint-Jean-Cap-Ferrat




Tanto vale dirvelo subito, entrate in un mondo incantato! La penisola di Saint-Jean-Cap-Ferrat ha questa bellezza insolente che provoca un arcobaleno di emozioni. Questo pezzo di terra rigoglioso che si inoltra nel blu del Mediterraneo, è lo scrigno perfetto di una natura che fiorisce generosamente sotto un sole fedele. Non stupisce che all’inizio dello scorso secolo, le famiglie fortunate e gli aristocratici inglesi, russi e belgi siano venuti a soggiornarvi in inverno. Da cui la costruzione di hotel di lusso,  l’hôtel Bedford (oggi Royal Riviera), o il  Grand Hôtel  sulla punta Cap Ferrat. Negli anni 50, le celebrità hanno rimpiazzato le teste coronate. Elizabeth Taylor ha accarezzato il paesaggio con i suoi occhi violetti, e da Charlie Chaplin a David Niven, da Roger Moore  a Romy Schneider, l’ondata di star è caduta, a sua volta, sotto l’incantesimo. I pittori non hanno rinunciato al piacere per giocare coi pennelli! Jean Cocteau ha lasciato la sua impronta nella deliziosa Ville Santo Sospir, dove veniva spesso, “tatuando” i muri bianchi con i suoi affreschi delicati (visita gratuita su app. Tel: 04 93 76 00 16). Ma non bisogna credere che la penisola è riservata alle ville di lusso che si nascondono dietro i loro muri verdi! Saint-Jean-Cap-Ferrat é un concentrato di indirizzi aperti a tutti. Fate il giro del porto turistico, i ristoranti si susseguono di fronte agli yachts, ma ciò non impedisce ai piccoli “pointus” di consegnare il pescato del giorno! Quanto alle attività, non mancano!
Abbronzarsi, certo, ma anche visitare il museo delle 8.000 conchiglie, unico in Europa. Fate il giro del Capo fino al faro e alla punta Malalongue, l’aria del mare, gli schiocchi delle onde sugli scogli vi ubriacheranno. E per tutto l’anno, grande scelta di eventi. In luglio, gli amatori apprezzeranno Antiq’Art (Antiquariato e Arte Contemporanea) o “les Classiques”, 3 concerti sul sagrato della Chapelle Saint-Hospice. In agosto, spazio alle bella  “Nuit Vénitienne” e ai suoi fuochi d’artificio, e al “Saint-Jazz-Cap-Ferrat-Festiva” ai jardin de la Paix. In settembre, gli amanti delle macchine d’epoca apprezzeranno il “Saint-Jean-Cap-Ferrat-Prestige”. In maggio, non perdete per nessun motivo la “Fête des Roses et des Plantes” alla Villa Ephrussi Rothschild, piacere per gli occhi, profumo di fiori, giardini indimenticabili….
Testi originali di Lilas Spak, traduzione dal francese di Cinzia Corbetta

La guida è consultabile sul nostro canale ISSUU: https://goo.gl/ya21nx

OFFICE de TOURISME
5 & 59 avenue Denis Sémeria
tél: 04 93 76 08 90
www.saint-jean-cap-ferrat.fr

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...