16 aprile 2015

Intervista a Stanislao Smurra




Continuiamo con la serie di interviste a italiani che vivono e lavorano in Francia: oggi parliamo con Stanislao Smurra, titolare della CME - Compagnie Monegasque d’Excursions e Socio della Camera di Commercio Italiana di Nizza.
DOMANDA: che idea ha della situazione economica attuale in Europa
RISPOSTA: in Europa in generale se ascoltiamo quello che ci dicono i nostri governanti sembrerebbe che le cose stiano migliorando, anche visti gli ultimi interventi della Banca Centrale Europea, ora bisogna vedere quanto tempo ci metteranno questi interventi a creare effetti positivi sull’economia reale, sull’economia di tutti i giorni. La sofferenza in tutti i paesi europei la stiamo vivendo tutti e da troppo tempo.

D: e in Francia - Principato di Monaco
R: Francia e Monaco hanno sistemi leggermente differenti, pur seguendo Monaco molte direttive francesi. Per quanto ci riguarda operando nel settore del turismo e del trasporto, facendo un paragone con l’Italia, qui vedo una situazione migliore. E’ vero che la Francia ha uno stato sociale molto importante quindi in un momento di recessione dove tutti i governi hanno problemi di cassa, questo tipo di struttura pesa non poco. In Francia come a Monaco, vedo regole più chiare e comprensibili, la vita riescono ad affrontarla in maniera più razionale. Monaco fa un po’ caso a se, dovremo vedere alla luce degli ultimi cambiamenti e dei recenti accordi, come la sigla del protocollo sulla trasparenza bancaria. Certo, da un punto di vista turistico Monaco, la Francia ed in particolare modo la Costa Azzurra, attraggono grandi numeri in termini di pubblico e non penso soffriranno molto.

D: perchè investire sul settore del trasporto di persone?
R: perché costa poco, costa poco il trasporto su gomma. Non ha bisogno di grandi investimenti infrastrutturali (le strade), i costi di trazione sono molto più bassi rispetto alla ferrovia ed all’aereo. Quindi viaggiare su gomma, come si usa dire, soprattutto nelle medie distanze è molto più economico anche per i governi che decidono di investire in questo settore. Il ministro dei trasporti francese dichiarò che l’uscita dalla crisi è molto legata ad un sistema di trasporti efficiente e la Francia in termini di trasporto pubblico locale è abbastanza efficiente. La Germania ha liberalizzato nel 2013 tutte le tratte intermedie che prima erano esclusive del treno, la stessa Inghilterra sta investendo molto sul trasporto su gomma, per questo noi ci crediamo e da tre generazioni facciamo questo mestiere…

D: quali sono le caratteristiche dei mezzi utilizzati?
R: utilizziamo mezzi di ultima generazione rigorosamente di costruzione europea. Autobus del gruppo Setra (Daimler-Mercedes) o VDL olandese, mezzi costruiti ancora oggi interamente in Europa, di lunga tradizione e che garantiscono livelli di sicurezza, di confort e di assistenza sia per il conducente che per i passeggeri, di totale affidabilità. Dato che facciamo servizi in tutta Europa è importante affidarsi a macchine di elevata qualità ed affidabilità.
La casa madre è la SIMET italiana e in tutto il gruppo abbiamo 200 autobus, molti per linee di lunga percorrenza giornaliere come Italia-Germania e non solo.
Le quattro frecce dopo il logo CME sono di buon augurio, ha iniziato mio nonno e noi siamo alla terza generazione e io sto facendo crescere la CME qui a Monaco.

D: quali sono i vettori concorrenti?
R: per quanto riguarda il settore turistico in Costa Azzurra e Monaco ci sono molte aziende che offrono questi servizi ma noi vogliamo offrire servizi alti di gamma, facendo fruttare la nostra lunga esperienza nel trasporto passeggeri, anche per la gestione di “Grandi Eventi”, e in questa zona davvero sono molteplici le occasioni di svago, cultura, eventi e fiere.
La concorrenza nel trasporto bus c’è e ci porta a migliorare sempre più le nostre offerte rivolte alla clientela, ad esempio ora stiamo promuovendo un’interessante offerta per visitare l’EXPO a Milano.
Il treno non è un concorrente perché pensiamo di offrire un servizio differente, in termini di tempo, oltre al valore aggiunto del comfort che offriamo a bordo dei bus.
I tempi di percorrenza da Monaco per Milano (300 km) sono di tre ore e mezzo, è come se uno partisse in macchina, dal centro città e con i due chauffeurs che lo accolgono, sistemano le valigie, ci si siede comodamente, si può riposare, leggere un libro od utilizzare il WiFi durante il percorso.
Il mix è la flessibilità sia della vettura che del treno, partendo dal centro città, però con molti più servizi e comfort. A Milano l’arrivo è all’autostazione bus di Lampugnano, e gli autisti assistono i clienti sia per prendere la Metropolitana che un eventuale Taxi.

D: che cosa significa EXPO 2015 per la sua Compagnia?
R: EXPO 2015 è una bella scommessa, una bella sfida non solo per la mia Compagnia ma per l’Italia intera. Noi ci crediamo davvero, non a caso siamo rivenditori autorizzati per il sud della Francia, come sub agenti, per EXPO 2015. Usciamo con un pacchetto autobus più biglietto EXPO con la possibilità di arrivare a Milano venerdì sera, visitare EXPO ed anche la metropoli per poi ripartire la domenica sera per Monaco.
Anche noi vogliamo dare il nostro contributo, per la buona realizzazione di questo evento, si dice che dalla Francia dovrebbero arrivare un milione di persone, molte anche dalla Svizzera, Austria e Germania, paesi che daranno sicuramente un grande apporto in termini di partecipanti.

D: chi è Stanislao Smurra?
R: …. sono figlio d’arte, siamo alla terza generazione, la quarta è già nata ma non sappiamo ancora cosa vorranno fare! Ha iniziato mio nonno Stanislao con i primi collegamenti in autobus poi mio padre che ha sviluppato l’azienda. Il nostro gruppo è familiare, ci sono i fratelli e tutta la famiglia è coinvolta come SIMET in Italia con più sedi. Abbiamo anche una sede a Verona, dopo che  abbiamo acquisito una storica azienda di trasporto locale, sede gestita da mio fratello. Siamo anche all’estero con sedi in Germania e a Monaco. Qui a Monaco desideriamo sviluppare i servizi a media e lunga percorrenza e i servizi turistici. Proprio per seguire questa sfida io mi sono trasferito a Monaco con la famiglia.


Grazie Sig. Smurra per la sua testimonianza e buon lavoro


a cura di Massimo Felici

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...