26 novembre 2014

Appunti di viaggio: Roquebrune Cap Martin



Oggi visitiamo un villaggio molto suggestivo, sospeso tra il mare e il cielo: Roquebrune Cap Martin.
Situato tra Mentone e Montecarlo, questo villaggio vanta una storia antica:  abbarbicato sui monti che si gettano a perpendicolo nelle acque turchesi della Costa Azzurra, si sviluppa attorno al castello con il suo impianto urbanistico tipicamente medievale.
Il maniero fu fondato poco prima dell'anno mille dai conti di Ventimiglia, sulla strada romana che collegava l'Italia con la Provenza.  Roquebrune, o Roccabruna come si chiamava allora, divenne possedimento dei Grimaldi (gli attuali principi di Monaco) e fu letteralmente acquistato dalla Francia per quattro milioni di franchi nel 1861!
La caratteristica straordinaria di questo "village perché" (villaggio arrampicato) è la magnifica vista che si gode da molti angoli, soprattutto dalle torri del castello: i monti che lo sovrastano e lo specchio cristallino del mare fanno occhiolino ovunque si posi lo sguardo. Il Principato di Monaco e i grattacieli di Montecarlo sono a portata di teleobiettivo. La sensazione è di poter toccare il cielo o il mare semplicemente allungando la mano…
Un villaggio pittoresco, come direbbero gli inglesi, ricco di angoli deliziosi e suggestivi.






 



Roquebrune si trova nel dipartimento delle Alpi Marittime: qui la cucina del territorio è assimilabile a quella ligure e piemontese delle valli cuneesi. I piatti tipici della regione sono la soupe au pistou (zuppa al pesto), i ravioli, la socca (farinata di ceci) gli gnocchi di patate, la tapenade (pasta d'olive), la polenta.
Anche Roquebrune Cap Martin, come tutti i centri della Costa Azzurra, ospitano festival e manifestazioni interessanti quasi tutto l’anno.
Il prossimo festival in programma è dedicato alla lettura: esposizioni, dibattiti, incontri con 80 autori.
Qui le informazioni: www.lectureenfete.com

A cura di Cinzia Corbetta

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...