18 maggio 2017

Intermezzo per sorridere :-)



Il nostro viaggio nelle contaminazioni italo francesi continua...

Georges Moustaki, nome d'arte di Giuseppe Mustacchi (Alessandria d'Egitto, 3 maggio 1934 – Nizza, 23 maggio 2013), è stato un paroliere e cantante greco naturalizzato francese.


Proveniente da una famiglia ebrea di Corfù di origine italiana, nacque in Egitto all'epoca ottomana per via del trasferimento del suo nonno paterno, di professione sarto.
Moustaki crebbe parlando italiano perché in famiglia era presente una zia che poteva esprimersi solo in tale lingua; nonostante le origini di Corfù era digiuno di greco.


https://www.youtube.com/watch?v=4iWkBXav46I


Buon divertimento con il rappresentante degli stranieri di tutto il mondo,
grazie Giorgio a 4 anni dalla tua scomparsa...

a presto amici di Marco Polo, Andrea De Petris




15 maggio 2017

L'Italie à Table


Il Salone agroalimentare italiano più conosciuto della Costa Azzurra 
XIII edizione:
1 > 5 giugno 2017, Antibes - Port Vauban
9 > 11 giugno 2017, Nizza - Place Massena 



14 maggio 2017

Il sito web francese che aiuta a recuperare le eredità “perse” in banca e casseforti

Quando muore una persona cara, spesso gli eredi non sanno dove si trova il patrimonio. 
E se ci fosse un’assicurazione sulla vita o un conto corrente aperto presso un’altra banca? 
l'innovativo sito francese
Cercare di fare il punto della situazione può diventare un vero e proprio calvario, così in Francia è nato un sito web con lo scopo di risolvere questo tipo di problema.

La Caisse des Dépôts, un’agenzia dello Stato francese, sembra aver trovato la soluzione a uno dei più grandi problemi degli eredi: fare il punto su conti, depositi, assicurazioni e tutte le cose di cui si è legittimi proprietari senza saperlo.
La legge francese stabilisce che se un conto corrente non riceve alcun movimento per 12 mesi, allora è considerato inattivo. Quando si tratta di un prodotto di risparmio, come un libretto, si dichiara inattivo se dopo cinque anni di fila non ha avuto alcuna attività. Questo periodo è di 10 anni se si tratta di una cassetta di sicurezza o di una cassaforte.

In generale, quando passano 10 anni e non ci sono attività nei conti correnti o nei libretti di risparmio, i fondi vengono trasferiti alla Caisse des Dépôts, che non è un conto di risparmio o una banca, ma detiene questi fondi per 20 anni. 
Se nessuno li reclama, vengono inviati direttamente alla tesoreria dello Stato.

Il problema incontrato da molte famiglie o eredi, è che quando una persona cara muore o quando il proprietario va in un altro Paese o ha semplicemente perso la memoria, non si sa dove sono i prodotti finanziari o i depositi aperti in Francia. Se non reclamati, dopo anni finiscono nelle mani dello Stato.
La Caisse des Dépôts ha creato un sito web chiamato Ciclade.fr che raccoglie tutte le informazioni delle banche, delle casse di risparmio e delle società di sicurezza sui conti, sui libretti e sulle assicurazioni sulla vita non reclamati per anni.

In pratica, prima che tali importi vengano inviati alla Caisse des Dépôts, la stessa istituzione ha già le informazioni, in modo che ogni francese può sapere se gli spettano parte dei depositi. Così i proprietari possono chiedere di ricevere il denaro, come riportato dal quotidiano francese Le Figaro. Sul sito web Ciclade.fr si legge: “Questo denaro è tuo. Ti spetta”.
Tutto questo si deve all’iniziativa del segretario al bilancio, Christian Eckert, che vuole combattere un problema molto serio chiamato “Comptes in desherence” 
(o conti senza eredi).

Si stima che ci siano circa 4 miliardi di euro nei conti, libretti e prodotti in Francia che non sono stati rivendicati per la mancanza di informazioni da parte dei legittimi eredi. Tale stima è fornita dalla Corte dei conti, ma un altro organismo parla di 5 miliardi di euro.
Per Eckert le banche e le casse non hanno fatto molti sforzi per individuare gli eredi, ma ora quegli eredi possono recuperare i fondi cercando gratuitamente le informazioni sulle persone di loro interesse sul sito web Ciclade.fr. Devono dimostrare con apposita documentazione di essere i legittimi eredi, a quel punto la Caisse des Dépôts versa loro le somme con un bonifico bancario.



Un esempio di vitalità in Francia dove si avvia per prima una piattaforma web che aiuta a recuperare le eredità perdute in banca e casseforti”, sostiene Gérard Louis Bosio, 
Vice Presidente della Camera di Commercio italiana di Nizza e Costa azzurra.

Estratto da L'idealista.it del 8/2/2017, a cura di Andrea De Petris


11 maggio 2017

Intermezzo per sorridere :-)




Continuiamo con la parentesi ironica, Intermezzo, nel nostro blog Marco Polo Cote d'azur, che prende di mira i luoghi comuni al di qua e al di là delle Alpi Marittime.


Questa volta la performance è del duo comico Federico Iarlori e Svevo Moltrasio, scritti e diretti da quest'ultimo, che dilaga sul web.

Qui si rappresenta con esilarante simpatia la tipica reazione italiana a due grandi totem della nostra cultura: la cucina e il bidet. 

Buon divertimento e....senza offesa per nessuno.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...