6 luglio 2017

Caisse d'Epargne in Francia: il risparmio in cassa


Una agenzia bancaria
Le grandi banche francesi sembrano aver superato definitivamente la crisi finanziaria esplosa nel 2008 a causa della bolla “subprime”.
Gli istituti di credito transalpini hanno potuto così procedere alla restituzione della maggior parte dei prestiti ricevuti dallo Stato: un dato che marca una netta differenza con le realtà di altri Paesi.
Persino in Germania, la cui economia viaggia più veloce rispetto a quella francese, la seconda più importante banca, Commerzbank, ancora è costretta a fare affidamento sui capitali pubblici concessi dal
governo nel 2009.
Caisse d'Epargne, una lunga storia al fianco dell'Uomo
C'è una banca, però, in Francia di grande tradizione che vogliamo portare alla vostra attenzione: 
la Caisse d'Epargne.

Le Casse di Risparmio sono una tipologia di istituto di credito, sorta in Francia alla fine del 18° sec., per il diffondersi dell’economia monetaria e delle idee filantropiche dell’illuminismo.
Era destinata a favorire la formazione e la raccolta del piccolo risparmio a carattere previdenziale e a tale fine svolgeva un complesso di operazioni del tutto simili a quelle delle altre imprese bancarie, da cui si distingueva per non avere scopo di lucro (i suoi utili infatti erano in parte destinati a riserva e in parte erogati per scopi di pubblica utilità).
Oggi, con le sue migliaia di agenzie distribuite sul territorio nazionale (74 in Costa azzurra e Alpi marittime, di cui 26 nella sola Nizza), la Caisse d'Epargne conserva la vocazione originaria, con una molteplicità di prodotti bancari, di risparmio e assicurativi, destinati alle Famiglie e alle Imprese.
CdE, al fianco dei giovani
Solo per citarne alcuni:
Per le Famiglie, la carta ricaricabile per i giovani di età compresa tra i 12 ed i 15 anni, che si arricchisce superati i 16 anni di una carta Bleaue Visa spendibile in tutto il mondo.
Dall'home banking, ai sistemi di pagamento più sofisticati, alle assicurazioni immobiliari o previdenziali, al mandato di protezione futura per la gestione dei propri interessi in caso di interdizione, o dedicati a persone sotto tutela. 
Dalle Famiglie alle Imprese ed ai Professionisti.
Dai francesi agli stranieri.


CdE a sostegno delle Imprese
E per le imprese o per gli italiani in particolare ? 
Grazie all’intervento ed alla collaborazione con la Camera di Commercio Italiana, la Caisse d’Epargne Côte d’Azur (Cecaz) é un partner privilegiato per i nostri soci italiani. 

Ci si chiederà perché la Cecaz e non un’altra banca francese ? 
Perché la Cecaz ha conservato la sede proprio a Nizza, all’Arenas. 
I poteri decisionali sono quindi vicini agli imprenditori ed in stretto contatto con il territorio ed il tessuto associativo locale. 


Rappresentanti della Camera di Commercio Italiana e della Caisse d'Epargne durante una conferenza
Presidente, Direttore Generale, Comitato Esecutivo, si riuniscono settimanalmente per affrontare le più importanti decisioni e venire sempre incontro al tessuto economico locale. Imprese artigiane, agricole, commerciali, industriali, di servizio, grandi o piccole che siano, socie della Camera di Commercio Italiana in Costa Azzurra, trovano sempre un trattamento privilegiato ed una banca pronta ad aiutarli nei loro problemi quotidiani. 

In un mondo sempre più competitivo, dove ogni giorno nasce un nuovo servizio, ed i dossier finanziari diventano solo dei numeri, sono le persone che fanno la differenza. 
La Caisse d’Epargne Côte d’Azur e la Camera di Commercio Italiana di Nizza hanno donne e uomini capaci di ascoltare, di assistere personalmente e di aiutare a far crescere la propria impresa, giorno dopo giorno.

Per saperne di più contattare la Camera di Commercio Italiana di Nizza o visitare il sito della Caisse d’Epargne Côte d’Azur  https://www.caisse-epargne.fr/cote-d-azur/particuliers

A cura di Andrea De Petris e Agostino Pesce

23 giugno 2017

GiroVagando....

I 662 ettari del Parco de La Grande Corniche si trovano sui comuni di La Trinité, Villefranche-sur-Mer, Eze e La Turbie.



Eze village e Cap Ferrat


Alfa Romeo 1750 spyder veloce

Tra mare e montagna, potrete scoprire durante le vostre passeggiate, magari su di una Alfa Romeo del 1969, i siti de La Justice, il Forte Revere e La Forna, con panorami mozzafiato per la loro bellezza.


Forte Revere
Cap Ferrat dal monte Bastide
Ai vostri piedi, corre la costa che da San Remo arriva a Saint-Tropez e, in lontananza, dove il mare si fonde con l'orizzonte, si può avere la fortuna di vedere la Corsica.

Volgendo lo sguardo verso l'interno, vi colpirà la maestà del Mercantour ed i rilievi delle Alpi Marittime.

Alpi marittime
Questa zona, favorita dalla sua posizione dominante e il suo clima mite, è stata occupata da tribù celto-liguri che hanno costruito numerose difese.
Gli scavi sul monte Bastide dei ricercatori dell'Università di Nizza-Sophia Antipolis hanno confermato l'esistenza di una civiltà pre-romana e romana, occupata sin dal 200 AC sino al III secolo della nostra epoca.

Mausoleo d'Augusto, La Turbie
Itinerario: da Nizza, si prende blvd. de Requier, poi blvd de l'Armée des Alpes; al semaforo a destra s'imbocca il blvd Bischoffsheim che vi porta lungo una piacevole salita, con un panorama mozzafiato sull'intera città. 
Poco prima di Col d'Eze avete sulla sinistra l'accesso alla strada del Plateau de la Justice, che vi regalerà scorci magnifici. E sulla destra l'ingresso a La Bastide per visitare gli scavi.
La Turbie
Proseguendo sulla Route 2564, all'altezza del Col d'Eze, a sinistra s'imbocca la strada per l'Astrorama, punto notturno di osservazione stellare, e Forte Revere, antico fortilizio difensivo. E , con un po' di fortuna in giornate limpide e fredde, vedrete la Corsica all'orizzonte.
Tornati sulla 2564, percorrete la Grande Corniche sino a la Turbie; suggerita una passeggiata a piedi per le suggestive viuzze del villaggio e la visita al Mausoleo di Augusto, edificato per celebrare la conquista delle Gallie.
Di li, si prende la Route 37 in direzione della Moyenne Corniche per visitare Monaco o fare ritorno a Nizza.

Parco del Mercantour
A cura di Andrea De Petris
Bentley
Reanult Dauphine
MG TD
Raduno d'auto d'epoca sulla prom a Nizza

18 maggio 2017

Intermezzo per sorridere :-)



Il nostro viaggio nelle contaminazioni italo francesi continua...

Georges Moustaki, nome d'arte di Giuseppe Mustacchi (Alessandria d'Egitto, 3 maggio 1934 – Nizza, 23 maggio 2013), è stato un paroliere e cantante greco naturalizzato francese.


Proveniente da una famiglia ebrea di Corfù di origine italiana, nacque in Egitto all'epoca ottomana per via del trasferimento del suo nonno paterno, di professione sarto.
Moustaki crebbe parlando italiano perché in famiglia era presente una zia che poteva esprimersi solo in tale lingua; nonostante le origini di Corfù era digiuno di greco.


https://www.youtube.com/watch?v=4iWkBXav46I


Buon divertimento con il rappresentante degli stranieri di tutto il mondo,
grazie Giorgio a 4 anni dalla tua scomparsa...

a presto amici di Marco Polo, Andrea De Petris




15 maggio 2017

L'Italie à Table


Il Salone agroalimentare italiano più conosciuto della Costa Azzurra 
XIII edizione:
1 > 5 giugno 2017, Antibes - Port Vauban
9 > 11 giugno 2017, Nizza - Place Massena 



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...